SOLSTIZIO D’ESTATE SULLA SELLA DEL DIAVOLO – 23 GIUGNO Reviewed by admin on . In occasione del Solstizio d'Estate sar√† raccontata la storia degli antichi Nuragici, dei naviganti fenici e dei mercanti punici, passando anche attraverso la s In occasione del Solstizio d'Estate sar√† raccontata la storia degli antichi Nuragici, dei naviganti fenici e dei mercanti punici, passando anche attraverso la s Rating:

SOLSTIZIO D’ESTATE SULLA SELLA DEL DIAVOLO – 23 GIUGNO

In occasione del Solstizio d’Estate sar√† raccontata la storia degli antichi Nuragici, dei naviganti fenici e dei mercanti punici, passando anche attraverso la storia dei corsari e delle torrette locali di avvistamento: mute sentinelle sul mare di Cagliari, approntate sul Golfo degli angeli.

“Questa passeggiata – raccontano gli organizzatori – si snoder√† tra gli antichi sentieri, al chiarore delle stelle, dinnanzi alla citta di Cagliari che offre, dal promontorio di S Elia, scorci unici, incantevoli”.

Il solstizio d’estate, in astronomia, √® definito come il momento in cui il Sole raggiunge nel suo moto apparente lungo l’eclittica, il valore massimo di declinazione positiva: evento ben noto agli antichi Nuragici, ma soprattutto agli antichi navigatori Fenici e Punici che raggiunsero Cagliari.

L’evento serale si tramuter√† anche in passeggiata pre-notturna che si preannuncia interessante perch√©, lungo il tragitto a oltre 130 metri d’altezza, verranno ripercorse le orme di Fenici e Punici che scelsero il sistema collinare di Sant’Elia, con vista sull’incantevole golfo degli Angeli, per realizzarvi un tempio dedicato alla prostituzione sacra nonch√® delle cisterne di acqua sacra.

Anche i Romani scelsero il Colle di S. Elia. Lo chiamarono in origine Monte Falcone, per la presenza dei falchi.

Con un loro avamposto controllavano le vicine saline dello stagno che prese il nome, nei secoli successivi, di Molentargius per via dei muli usati per trasportare i carri di sale.

I partecipanti si inoltreranno dal sentiero naturalistico per raggiungere la cima del colle, illustrando in un tragitto lungo circa 2 chilometri, le innumerevoli essenze spontanee, vale a dire piante ed erbe ricche di storia e di magia, e la storia ufficiale delle locali torri costiere, come ad esempio la torre del Prezzemolo e quella dei segnali, il vecchio faro, e poi le torri del Poueth e quella diroccata adiacente i fortini militari.

Spazio anche alla storia di Cagliari Sotterranea con la descrizione di Marcello Polastri, di due grandi cavita sotterranee.

E via ai racconti al lume di candela, leggendo versi struggenti e rievocando dal cuore delle leggende la storia dei demoni e degli angeli che si scontrarono sul promontorio della Sella del Diavolo. La passeggiata finirà alle ore 21.

Note

Gli organizzatori consigliano scarpe comode e pratiche per percorrere il declivio collinare e raccomandano la presenza di torce elettriche, per illuminare il sentiero al calar del sole.

E’ gradita la presenza di pettorine con rinfrangenti simili a quelle in dotazione nelle auto.

Parteciperanno Roberto Copparoni, dell’Associazione Amici di Sardegna.

Il biologo Massimiliano Deidda, Marcello Polastri presidente del GCC e Angelo Pili di Aloe Felice.

Appuntamento Ore 19 davanti all’Hotel Calamosca nell’omonimo viale, alle pendici del colle S. Elia.

Info 340.360.23.65 redazioneap@gmail.com fb: associazione aloe felice

Organizzano

Associazioni Aloe Felice, Gruppo Cavità Cagliaritane, che assieme agli Amici di Sardegna e Ambiente Sardegna

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top