TEATRANTIS IN CUNCORDIA – SELARGIUS – DECEMBER 7 TO 21 Reviewed by admin on . PER LA RASSEGNA TEATRANTIS IN CUNCORDIA A SELARGIUS COOPERATIVA TEATRO OLATA PRESENTA: VENERDÌ 7 DICEMBRE 2012 ORE 21.00 MALEDETTA CRISI DI MEZZA ETÀ di Michele PER LA RASSEGNA TEATRANTIS IN CUNCORDIA A SELARGIUS COOPERATIVA TEATRO OLATA PRESENTA: VENERDÌ 7 DICEMBRE 2012 ORE 21.00 MALEDETTA CRISI DI MEZZA ETÀ di Michele Rating:

TEATRANTIS IN CUNCORDIA – SELARGIUS – DECEMBER 7 TO 21

PER LA RASSEGNA TEATRANTIS IN CUNCORDIA A SELARGIUS COOPERATIVA TEATRO OLATA PRESENTA:

VENERDÌ 7 DICEMBRE 2012 ORE 21.00

MALEDETTA CRISI DI MEZZA ETÀ
di Michele Bernier e Marie Pascale Osterrieth

con
Elena Pau

regia
Marco Parodi

produzione
La fabbrica Illuminata

Note di sala
Una donna sull’orlo del suicidio, che deve assolutamente parlare con qualcuno. Un tempo era donna felice, anzi felicissima!, che aveva tutto: sempre col sorriso stampato sulla faccia, piena di fiducia nel futuro, contenta di aver dato vita ad una bella coppietta: lei, quarant’anni, lui quarantacinque. Hanno percorso un tratto di strada insieme, mano nella mano, hanno costruito il nido, il bambino, è arrivato. Tutto perfetto, insomma. Ma quando l’attrazione passa, il tran tran quotidiano comincia a stancare e la routine ad annoiare…..l
su questa svolta decisiva della loro vita è costruito l’intero monologo. Impossibile per le donne (e per i molti uomini presenti) non farsi coinvolgere nelle disavventure della protagonista.

MERCOLEDÌ 14 DICEMBRE 2012 ORE 21.00

ALIGHERI NO!!
di Salvatore Vargiu

con
Daniela Musiu, Sergio Massenti, Flavio Contini

regia
Franco Siddi

produzione
Teatro Olata

Note di sala
Si svolge in un paesino dell’hinterland cagliaritano e i personaggi, oltre al protagonista “Eusebiu Suedda”, sono il nipote idealista e contro il sistema che cerca di aiutarlo e proteggerlo, e la fidanzata di questi risucchiata da quel mondo che lui non accetta, e l’impiegata di una società nella quale dovrebbe trovare un posto per intercessione della fidanzata del nipote, ma…

si ripropone il tema simbolo di molte opere di Salvatore Vargiu, un Nazareno Frigau di m’anti promittiu unu postu emarginato da una società sempre più spietata, nella quale non si riconosce, corrotta dove non esiste la moralità ma l’acozzo o l’intrallazzo. Il personaggio di “alighieri no” è in un contesto dove suo bisnonno veniva chiamato “su meri mannu” e suo nonno “su meri” ma quel mondo contadino è stato violentemente risucchiato da una società che ha voluto i sardi in tuta blu, giacca e cravatta, ad ingrassare le quote di spartizione dei partiti politici. Adesso Eusebio Suedda si ritrova solo, gli resta in eredità solo l’orgoglio di essere appartenuto ad una famiglia di benestanti, che gli impedisce, nonostante la necessità, di accettare quel posto di “alighieri” unica possibilità per lui.

MERCOLEDI 19 DICEMBRE 2012 ORE 19.00

COMICHE SOGNANTI (spettacolo per famiglie)
di e con Emanuela Mancosu

produzione
Origamundi

Lo spettacolo, articolato in tre storie, unisce varie esperienze e linguaggi teatrali come il teatro di figura (burattini corporali e pupazzi) e la clownerie.

VENERDÌ 21 DICEMBRE 2012 ORE 21.00

IDENTITÀ NEGATE
recital poetico-musicale dedicato al Sud del mondo

ideato e interpretato da
Gisella Vacca

piano e arrangiamenti
Nicola Meloni

produzione
Sirio Sardegna Teatro

Note di sala
Il Sud del mondo ha casa in tutti i punti cardinali: dietro la porta delle nostre case; nei manicomi, dove persino, soprattutto, i poeti sono stati imprigionati. Il Sud ha casa tra i lavoratori disperati, che oggi come ieri vedono negati identità, diritti e dignità… Il Sud è la guerra, la lotta per la libertà, per il riconoscimento di identità collettive; la guerra e le piccole vittime scomposte in brandelli, la guerra e le sue vedove bianche, che ricamano un’attesa senza fine. Il sud sono le donne scudi umani alla follia del potere; sono le rose non sbocciate delle esistenze senza nome. La musica, lieve come un fuscello, passa sul sale delle ferite, mitigando il dolore dell’anima. La musica e la poesia, che parlano lingue sorelle, nutrono l’anima della collettività. Il riscatto di un popolo passa anche attraverso parole e note, che gridano al mondo la sua rabbia e cullano le sue notti, restituendogli dignità e legittimandolo. G.V.

ingresso 5 euro; è prevista la possibilità di un abbonamento per l’intera rassegna al costo di 15 euro.

info e prevendita
Teatro Olata via cesare serra 47 Quartucciu
3881613615 teatroolata@gmail.com

Leave a Comment

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top