IL MERCATINO DI NATALE 2013 DI BERLINO – 25 NOVEMBRE-31 DICEMBRE 2013THE CHRISTMASMARKT BERLIN – NOVEMBER 25 TO DECEMBER 31 Reviewed by admin on . Berlino in quanto capitale del Paese che ha “inventato” i Mercatini di Natale non poteva che esserne una città simbolo. In effetti, a Berlino ci sono più di 60 Berlino in quanto capitale del Paese che ha “inventato” i Mercatini di Natale non poteva che esserne una città simbolo. In effetti, a Berlino ci sono più di 60 Rating:

IL MERCATINO DI NATALE 2013 DI BERLINO – 25 NOVEMBRE-31 DICEMBRE 2013THE CHRISTMASMARKT BERLIN – NOVEMBER 25 TO DECEMBER 31

gendarmenBerlino in quanto capitale del Paese che ha “inventato” i Mercatini di Natale non poteva che esserne una città simbolo. In effetti, a Berlino ci sono più di 60 Mercatini, il numero più alto di qualsiasi altra città tedesca, il che, senza dubbio, le permette di soddisfare tutte, ma proprio tutte le esigenze possibili di turisti e visitatori!

Vola a Berlino da Roma Fiumicino con Easyjet o Lufthansa
Avvicinamento a Roma con Alitalia o Meridiana
Prenota Hotel a Berlino a partire da 120 € per 3 notti in camera matrimoniale

Weihnacht in Berlin-Spandau

Ogni anno, nel periodo prenatalizio, Berlino si illumina grazie ad un festoso sfolgorio di luci. . Sui lunghi viali e nelle grandi piazze, ma anche nelle piccole traverse, nei vicoli e nei musei, i mercatini di Natale vi sorprenderanno con splendore, feste, incanto e golosità tipiche di Natale. Ambiente contemplativo e ambiente da favola, oppure un qualcosa di più “trendy” e con uno stile tipico da città: a Berlino ciascuno troverà quello che fa al caso suo

Mercatino di Natale di Spandau
E’ il più grande Mercatino di Natale di Berlino. Si svolge nello scenario della città vecchia, nel quartiere Spandau (Altstadt Spandau) di Berlino, dove oltre 250 chalet di legno, che diventano anche 400 nei fine settimana, aspettano i visitatori con i loro prodotti.
Nello stesso luogo c’è anche un Mercatino di Natale dedicato ai bambini, davvero unico nel suo genere nella capitale tedesca. Tra le iniziative extra, si può trovare un suggestivo Presepe con animali vivi nella Reformationsplatz, concerti e cori. Imperdibile è la visita ai Giardini di Natale di St. Nikolai, il Santo del Natale nell’area mitteleuropea, e al mercatino storico di arti e mestieri di Reformationsplatz, in cui ogni mercoledì ha luogo una processione totalmente in stile medievale.

genda

Mercatino di Natale di Weihnachts Zauber Gendarmenmarkt
Si tratta di un Mercatino tradizionale di Natale, uno dei più belli di Berlino, con oggetti natalizi artigianali, soprattutto sculture in legno e in pietra, e specialità gastronomiche dei migliori chef internazionali. Il Mercatino è sempre animato da giocolieri, acrobati e mangiafuoco, ma anche da tanta buona musica jazz e da cori gospel.

Am Gendarmenmarkt,2 – Berlin Mitte

dal 25.11.2013 al 31.12.2013

da Domenica a Giovedi dalle 11,00 alle 22,00

Venerdi e Sabato dalle ore 11,00 alle ore 22,00

24.12.2013 dalle ore 11,00 alle ore 18,00

31.12.2013 dalle ore 11,00 alle ore 1,00 am

entrata adulti a pagamento 1 euro; bambini sotto i 12 anni gratis

Mercatino di Natale di Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche
Nel quartiere Charlottenburg-Wilmersdorf si svolge un altro dei più popolari Mercatini di Berlino, caratterizzato da oltre 170 bancarelle disposte tutt’intorno ad un maestoso albero di Natale illuminato, proprio di fronte alla chiesa.

Mercatino di Natale  al Palazzo di Charlottenburg
Uno dei Mercatini di Natale più importanti di Berlino si trova di fronte al Palazzo barocco di Charlottenburg. Si tratta di un Mercatino molto grande, con circa 250 stand, e molto romantico, grazie alla suggestiva cornice del castello illuminato. Dagli stand arrivano inebrianti profumi di specialità berlinesi e tedesche e vengono proposti oggetti artigianali  delle più antiche arti e mestieri cittadine. Oltre che dalla musica d’accompagnamento, le passeggiate tra gli stand possono essere completate da visite speciali nel bellissimo palazzo.

charlotte

Il Grande Mercatino di Natale di Berlino
Il Groß Berliner Weihnachtsmarkt si svolge nella Ost Berlino, la parte orientale della città. I molteplici chalet in legno si snodano tra Alexanderstraße, Jannowitzbrücke e Alexanderplatz, nei pressi dello shopping-centre Alexa, dove è allestita anche una spettacolare ruota panoramica alta 50 metri! L’ideale per grandi e piccini che vogliano godere di un panorama mozzafiato su Berlino.

BERLINO 4

Mercatino di Natale Ambientale
Nelle vicinanze del Grande Mercatino di Natale di Berlino se ne svolge un altro, nella via più antica della città, la Sophienstraße. Questo Mercatino è dedicato ai prodotti ecologici e alle organizzazioni di protezione dell’ambiente. Qui anche Babbo Natale è ecologico, infatti è vestito di verde!
Mercatino di Natale di Potsdamer Platz
Nella Alte Potsdamer Straße e sull’omonima piazza si svolge un Mercatino di Natale dedicato al divertimento di grandi e piccini. Al suo fianco si trovano infatti una grande pista di pattinaggio su ghiaccio e un toboga alto 12 metri e lungo ben 70!

Mercatino di Natale di Santa Lucia
Questo Mercatino è dedicato a Santa Lucia e al Natale scandinavo. La tradizione natalizia nord europea è infatti più legata a figure come Santa Klaus e Santa Lucia, piuttosto che al più “mediterraneo” Gesù Bambino. Dal momento che queste usanze sono molto sentite anche in Germania, Berlino le ricorda con un Mercatino ad hoc, che si svolge presso il Centro Culturale di Kulturbrauerei, ospitato nella ex fabbrica di birra Schultheiss. In questo Mercatino di Natale tutto rimanda alla cultura e alla tradizione dei paesi nordici, dalle decorazioni ai prodotti artigianali e gastronomici proposti. Per la gioia di famiglie e bambini, sono previsti anche programmi culturali giornalieri, con iniziative che si svolgono nei pressi del Mercatino.

Mercatino di Natale di Chanukka
Al Museo Ebraico di Berlino si svolge un Mercatino tradizionale in occasione della Chanukkah, la Festa delle Luci, una delle ricorrenze ebraiche più sentite e suggestive. Si possono trovare in genere specialità da tutto il mondo, ma soprattutto specialità ebraiche, tra cui il dolce tipico della festività, lo sufganiot, e il vin brulé kosher. Per i bambini vengono organizzati spettacoli di marionette e per gli adulti concerti musicali.

La lista dei Mercatini di Natale a Berlino è davvero lunga ed elencarli tutti sarebbe impossibile! Si ricordano però altri Mercatini importanti: il Mercatino di Natale Ecologico a Kollwitzplatz, che offre come quello di Sophienstrasse prodotti ecologici ed ecologicamente sostenibili, il Mercatino di Natale Nostalgico al Palazzo dell’Opera, davvero suggestivo nella cornice della Staatsoper, il Mercatino di Natale in Bebelplatz, quello in Richardplatz nel quartiere Neukölln, il Mercatino di Natale di Winterfeldtplatz nel quartiere Schöneberg, il Mercatino di Natale di Königin-Luise-Strasse nel quartiere Zehlendorf ed infine, non meno importante, il Mercatino di Natale in Piazza del Municipio (Rotes Rathaus).

Non solo Mercatini
Come avviene in tutte le maggiori città, ai Mercatini di Natale si aggiungono numerosi concerti, eventi culturali, luminarie e alberi di Natale, giri in carrozza per le vie della città addobbate a festa, oltre ai ristoranti a tema e alla vita notturna.

La maggior parte dei mercatini di Natale a Berlino cominciano alla fine di novembre e rimangono aperti tutti i giorni fino alla fine delle vacanze di Natale. L’edizione 2013 osserva le seguenti date e orari:

Dal 25 Novembre al 31 Dicembre 2013
Dal Lunedì al Giovedì e la Domenica, dalle 11 alle 22; Venerdì e Sabato dalle 11 alle 23.
24.12.2013 dalle 11 alle 18 e 31.12.2013 dalle 11 alle 1 a.m.

La maggior parte dei mercatini di Natale a Berlino cominciano alla fine di novembre e rimangono aperti tutti i giorni fino alla fine delle vacanze di Natale. L’edizione 2013 osserva le seguenti date e orari:

Dal 25 Novembre al 31 Dicembre 2013
Dal Lunedì al Giovedì e la Domenica, dalle 11 alle 22; Venerdì e Sabato dalle 11 alle 23.
24.12.2013 dalle 11 alle 18 e 31.12.2013 dalle 11 alle 1 a.m.

Descrivere Berlino in poche righe è davvero difficile, quasi impossibile, data la sua storia secolare e la straordinaria ricchezza dei musei e monumenti che la caratterizzano.
Si potrebbe partire però da quello che è considerato in tutto il mondo un suo simbolo: la Porta di Brandeburgo (Brandenburger Tor). Fu costruita tra il 1778 e il 1791, sormontata da una quadriga  raffigurante la Dea della Vittoria. E’ dunque un simbolo di forza e vigore, finalizzato ad esaltare i caratteri tipici della città e della nazione.
Non lontano dalla Porta di Brandeburgo si trova il Reichstag, ovvero la sede del Parlamento Tedesco. Fu inaugurato nel 1894, ma poi bruciato dai nazisti nel 1933. In quell’occasione andò distrutta anche la celebre cupola in vetro e acciaio, che era stato un vanto per la città e per l’architettura tedesca del tempo. Tra 1961 e 1964 l’edificio fu ricostruito e nel 1992 l’architetto inglese Sir Norman Foster creò una nuova e ancora più spettacolare cupola di vetro, tuttora una delle attrazioni principali per i turisti. Nel 1999 il palazzo ha assunto nuovamente e in modo ufficiale il ruolo di Parlamento della Germania riunita, col nome di Bundestag.

Dalla Porta di Brandeburgo prende avvio una delle arterie principali di Berlino, viale Unter den Linden. Su questa grande via si trovano alcuni dei principali edifici storici cittadini: la Humbold-Universität, la più antica e celebre delle tre università di Berlino, sorta nel 1810, il palazzo della Deutsche Staatsoper (ovvero l’Opera di Stato), costruito tra 1741 e 1743 e situato proprio di fronte all’università, la Neue Wache, memoriale di guerra costruita da Karl Friedrich Schinkel tra 1816 e 1818 e uno degli edifici neoclassici più importanti di Berlino.
Al centro della Città Vecchia troviamo Potsdamer Platz. La guerra e la divisione di Berlino avevano cancellato ogni traccia dell’antica architettura di questa piazza, ricostruita però dopo la riunificazione con  il prezioso contributo di molti famosi architetti da tutto il mondo (tra cui anche l’italiano Renzo Piano). Si tratta di un luogo davvero simbolico, poichè situato durante la guerra fredda proprio al confine tra Berlino ovest ed est. Ancora oggi qui si trova un segno della passata divisione, il Checkpoint Charlie, uno dei pochi passaggi tra la parte est e ovest della città ai tempi del muro. Al centro della strada c’è un grande cartello su cui sono ritratti un giovane soldato russo da un lato e un giovane soldato americano dall’altro, a simboleggiare come qui essi stazionassero fronte a fronte negli anni della guerra.
Tra i simboli del conflitto e della traumatica divisione cittadina e nazionale, non vanno dimenticati poi i frammenti di muro che si trovano ancora per Berlino e che testimoniano con intensa e toccante eloquenza le sofferenze di quegi anni.
Un’altra importante piazza berlinese è Alexanderplatz, perfetto connubio fra tradizione e modernità. Da una parte, infatti, si trovano la torre della TV e il Weltzeituhr, un orologio che indica l’ora in tutte le parti del mondo, dall’altra si erge il Municipio cittadino.

Il Palazzo del Municipio venne costruito fra 1861 e 1869 in stile neoclassico e in mattoni rossi, motivo per cui è chiamato dai berlinesi Rotes Rathaus (municipio rosso). Questa scelta architettonica voleva segnare una legame con la tradizione rinascimentale, in particolare di certe città italiane come Ferrara e Bologna, dove in effetti abbonda l’uso del cotto negli edifici storici.
Gendarmenmarkt è una delle piazze cittadine più belle. A sinistra si trova il Deutscher Dom (il duomo tedesco) e a destra il Französischer Dom (il duomo francese), molto simili nella struttura. In particolare, il Französischer Dom fu costruito tra 1701 e 1705 per gli ugonotti, comunità religiosa sfuggita ai massacri anti-protestanti che avvenivano in Francia tra XVII e XVIII secolo. Gli ugonotti furono accolti dal re della Prussia in territorio tedesco, contribuendo in modo significativo alla crescita culturale di Berlino. Al centro dei due edifici religiosi in Gendarmenmarkt sorge l’ex teatro nazionale, adibito oggi a sala concerti.

Tra gli edifici religiosi principali c’è naturalmente il Duomo di Berlino, chiesa protestante costruita dal 1747 al 1750, inizialmente nata come chiesa e mausoleo della famiglia degli Hohenzollern. La struttura odierna è del 1905, anche se dopo le distruzioni della guerra esso fu nuovamente ricostruito e, in parte, semplificato.
Rimanendo nel centro cittadino, in particolare nel quartiere Mitte, si incontrano altre bellezze imperdibili. Per chi ama i musei, è d’obbligo la tappa all’Isola dei Musei, che ne racchiude i principali musei della città. Chi invece volesse apprezzare la parte più romantica di Berlino, non può perdere il Castello di Charlottenburg ed il meraviglioso parco che lo circonda, il Tiergarten. Quest’ultimo è lo spazio verde più ampio in città, tra i  luoghi preferiti dei Berlinesi per le passeggiate del fine settimana.

Cucina di Berlino

La cucina tedesca è molto calorica, fatta di piatti abbondanti e sostanziosi fin dalla colazione.
La carne è il pezzo forte, a partire dai wurstel, acquistabili anche nei chioschi lungo le strade, che sono spesso a base di maiale, come l’Eisbein. Quest’ultimo di solito viene cucinato in salamoia o viene bollito e si accompagna con crauti e salsicce o con purè di piselli e polpette.
Tra le specialità di Berlino troviamo la Boulette, una sorta di polpetta fritta con contorno di insalata di patate, che viene spesso accompagnata alla Berliner Weisse, un tipico tipo di birra.
Ci sono poi le frittelle di patate con composta di mele (Kartoffelpuffer), il Berliner Kalbsleber (degato di vitello condito con purè, mele e cipolle) e, tra I piatti di pesce, l’Aal Grun, ovvero l’anguilla lessa con salsa all’aneto.
I dolci, come in tutta la Germania, sono molto calorici e zuccherini e vanno dai dolcetti di marzapane ai bomboloni glassati alle torte.

Per il bere, naturalmente la regina è la birra, tipica di tutta la Germania. In tutto il territorio ne vengono prodotte fino a 500 qualità diverse. La specialità berlinese però è la Berlinerweiße, una birra piuttosto acidula, per questo servita in un bicchiere ampio, con cannuccia, e viene edulcorata con estratti di lampone, limone o con il Waldmeister a base di asperula.

Vola a Berlino da Roma Fiumicino con Easyjet o Lufthansa
Avvicinamento a Roma con Alitalia o Meridiana
Prenota Hotel a Berlino a partire da 120 € per 3 notti in camera matrimonialegendarmenBerlin as capital of the country that “invented” the Christmas markets could only be a symbolic city. In fact, in Berlin there are more than 60 markets, the highest number of any other city in Germany, which, no doubt, can satisfy all, but all the possible needs of tourists and visitors!

Every year before Christmas, Berlin is lit by a blaze of festive lights. . On long boulevards and large squares, but also in the small crosses, in the streets and museums, the Christmas markets will surprise you with splendor, celebration, charm and traditional Christmas goodies. Environment and contemplative environment fairytale or something more “trendy” and with a style typical of the city: Berlin everyone will find what suits you

Weihnacht in Berlin-Spandau

Christmas Market in Spandau

And ‘the biggest Christmas market in Berlin. It takes place against the backdrop of the old city, in the district of Spandau (Spandau Altstadt) in Berlin, where more than 250 wooden chalets, which also become 400 on weekends, waiting for the visitors with their products.

In the same place there is also a Christmas market for children, unique in its kind in the German capital. Among the initiatives extra, you can find a beautiful Nativity scene with live animals in Reformationsplatz, concerts and choirs. Miss a visit to the Gardens Christmas St. Nikolai, the Saint of Christmas in Central Europe, and the market town of arts and crafts Reformationsplatz, where every Wednesday procession takes place entirely in medieval style.

Christmas market in Gendarmenmarkt

This is a traditional Christmas market, one of the most beautiful of Berlin, with Christmas craft objects, especially sculptures in wood and stone, and specialties of the best chefs. The market is always animated by jugglers, acrobats and fire eaters, but also a lot of good jazz and gospel choirs.

Am Gendarmenmarkt, 2 – Berlin Mitte

from 25.11.2013 to 31.12.2013

from Sunday to Thursday from 11.00 to 22.00

Friday and Saturday from 11.00 to 22.00

24.12.2013 from 11.00 to 18.00

31.12.2013 from 11.00 am to 1.00 am

adult entry fee 1 euro, children under 12 years free
Christmas Market Kaiser Wilhelm Memorial Church

genda

In the district Charlottenburg-Wilmersdorf there is another of the most popular markets in Berlin, featuring over 170 stalls arranged round a majestic Christmas tree lit up, right in front of the church.

Christmas Market at Charlottenburg Palace

One of the most important Christmas markets in Berlin is located in front of the baroque Charlottenburg Palace. It is a very large market, with about 250 booths, and very romantic, thanks to the suggestive setting of the illuminated castle. Coming from the stands heady scent of Berlin specialties and German and are offered crafts of the oldest arts and crafts in the city. In addition to the accompanying music, walks through the stands may be supplemented by special tours in the beautiful palace.

charlotte

The Great Christmas Market in Berlin

The Groß Berlin Weihnachtsmarkt takes place in East Berlin, the eastern part of the city. The many wooden chalets wind through Alexanderstraße, Jannowitzbrücke Alexanderplatz, near the shopping-center Alexa, where he also set up a spectacular 50-meter high ferris wheel! Ideal for children and adults who want to enjoy a breathtaking view of Berlin.

Christmas Market Environment

In the vicinity of the Great Christmas Market in Berlin he plays another, in the most ancient part of the city, Sophienstraße. This Market is dedicated to environmentally friendly products and environmental protection organizations. Here even Santa Claus is environmentally friendly, it is dressed in green!

Christmas Market at Potsdamer Platz

In the Alte Potsdamer Straße and the square held a Christmas Market dedicated to the enjoyment of children and adults. At his side are in fact a large ice rink and a toboggan high 12 meters and length of 70!

Christmas Market in Saint Lucia

This market is dedicated to Saint Lucia and the Scandinavian Christmas. The northern European Christmas tradition is in fact more related to figures such as Santa Claus and Saint Lucia, rather than the more “Mediterranean” Baby Jesus. Since these customs are deeply felt in Germany, the Berlin recalls with a market ad hoc, which takes place at the Cultural Center of Kulturbrauerei, housed in the former Schultheiss brewery. This Christmas Market all refer to the culture and tradition of the Nordic countries, from decorations to crafts and food on offer. To the delight of families and children, there are also cultural programs daily, with initiatives taking place near the market.

BERLINO 1

Christmas Market Chanukka

The Jewish Museum in Berlin has a traditional market on the occasion of Chanukkah, the Festival of Lights, one of the most heartfelt and evocative Jewish celebrations. You can typically find specialties from all over the world, but especially Jewish specialties, including the typical dessert of the holiday, the sufganiot, and mulled wine kosher. For children are organized puppet shows and concerts for adults.

The list of Christmas markets in Berlin is really long and it would be impossible to list them all! Remember, however, other important markets: the Christmas Market Ecological Kollwitzplatz, which offers such as Sophienstrasse ecological and ecologically sustainable, Nostalgic Christmas Market at the Opera House, really impressive in the frame of the Staatsoper, the Christmas Market in Bebelplatz, in the Richardplatz in the Neukölln district, the Christmas Market Winterfeldtplatz in the Schöneberg district, the Christmas Market Königin-Luise-Strasse in Zehlendorf district, and last but not least, the Christmas market on Town Hall Square (Rotes Rathaus ).

Not only Markets

As with any major city, the Christmas markets as numerous concerts, cultural events, lights and Christmas trees, carriage rides through the streets of the city decorated for the festival, as well as themed restaurants and nightlife.

Most of the Christmas markets in Berlin beginning in late November and stay open every day until the end of the Christmas holidays. The 2013 edition notes the following dates and times:

From 25 November to 31 December 2013
From Monday to Thursday and Sunday, from 11 to 22, Friday and Saturday from 11 to 23.
24.12.2013 31.12.2013 from 11 to 18 and from 11 am to 1 am

Describe Berlin in a few lines is very difficult, almost impossible, due to its centuries-old history and the extraordinary wealth of museums and monuments that characterize it.

You could start, however, by what is considered the world its symbol: the Brandenburg Gate (Brandenburger Tor). It was built between 1778 and 1791, topped by a quadriga depicting the Goddess of Victory. E ‘therefore a symbol of strength and power, aiming to enhance the typical characters of the city and the nation.

Not far from the Brandenburg Gate is the Reichstag, which is the seat of the German Parliament. It was inaugurated in 1894, but then burned by the Nazis in 1933. On that occasion, was destroyed even the famous dome of glass and steel, which had been a source of pride for the city and for the German architecture of the time. Between 1961 and 1964 the building was rebuilt and in 1992 the British architect Sir Norman Foster created a new and even more spectacular glass dome, which is still one of the main attractions for tourists. In 1999 the palace has taken a renewed and the official role of the Parliament of reunited Germany, under the name of the Bundestag.

From the Brandenburg Gate begins one of the main streets of Berlin, Unter den Linden. On this great road are some of the major historical buildings: the Humboldt-Universität, the oldest and most famous of the three universities of Berlin, founded in 1810, the building of the Deutsche Staatsoper (ie, the State Opera), built between 1741 and 1743 and is situated opposite the university, the Neue Wache, war memorial built by Karl Friedrich Schinkel between 1816 and 1818 and one of the most important neo-classical buildings in Berlin.

At the heart of the Old Town are Potsdamer Platz. The war and the division of Berlin had erased all traces of the ancient architecture of this square, but rebuilt after the reunification with the valuable contribution of many famous architects from all over the world (including the Italian architect Renzo Piano). This is a truly symbolic, as set during the Cold War at the border between West Berlin and East. Even today, here is a sign of the former division, Checkpoint Charlie, one of the few steps between the east and west of the city at the time of the wall. In the middle of the road there is a large sign on which are portrayed a young Russian soldier on one side and a young American soldier on the other, to symbolize here as they stazionassero face to face during the war years.

Among the symbols of conflict and division traumatic local and national, must not be forgotten then the wall fragments that are still to Berlin and witness with intense and touching eloquence the sufferings of quegi years.

Another important Berlin is Alexanderplatz square, perfect balance between tradition and modernity. On the one hand, in fact, are the TV tower and the Weltzeituhr, a clock that shows the time in all parts of the world, on the other stands the City Hall.

The Town Hall was built between 1861 and 1869 in neoclassical style in red brick, which is why it is called by Berlin Rotes Rathaus (Red Town Hall). This architectural choice would mark a bond with the Renaissance tradition, especially certain Italian cities of Ferrara and Bologna, where in fact the use of terracotta abounds in historic buildings.

Gendarmenmarkt is one of the most beautiful town squares. To the left is the Deutscher Dom (German Cathedral on) and on the right Französischer Dom (the cathedral French), very similar in structure. In particular, the Französischer Dom was built between 1701 and 1705 for the Huguenots, religious community escaped the massacres anti-Protestant that occurred in France in the seventeenth and eighteenth centuries. The Huguenots were welcomed by the king of Prussia in German territory, contributing significantly to the cultural growth of Berlin. At the center of the two religious buildings in Mitte is the former national theater, now used as a concert hall.

Among the religious buildings main course, there is the Berlin Cathedral, Protestant church built from 1747 to 1750, initially started as a church and mausoleum of the family of Hohenzollern. Today’s building is from 1905, although after the destruction of the war it was again rebuilt and, in part, simplified.

Staying in the city center, especially in the Mitte district, meet other sights not to be missed. For those who love the museum, is a must to stop the Museum Island, which contains the most important museums of the city. Those who wish to enjoy the most romantic part of Berlin can not lose the Charlottenburg Palace and the beautiful park that surrounds it, the Tiergarten. This is the largest green space in the city, including the favorite places of Berliners for walks at the weekend.

Cuisine of Berlin

The German cuisine is very caloric, made of hearty and substantial since breakfast.

The meat is the highlight, from hot dogs, can also be purchased at kiosks along the streets, which are often made of pork, such as Eisbein. The latter is usually cooked in brine or is boiled and served with sauerkraut and sausages or mushy peas and meatballs.

Among the specialties of Berlin are the Boulette, a kind of dumpling fried with a side of potato salad, which is often accompanied by the Berliner Weisse, a typical type of beer.

Then there are the potato pancakes with apple compote (Kartoffelpuffer), the Berliner Kalbsleber (degato veal topped with mashed potatoes, apples and onions) and, among the fish, the Aal Grun, or the boiled eel sauce dill.

The desserts, as in Germany, are high in calories and sugar and marzipan sweets ranging from the glazed donuts and cakes.

For the drink, of course, the queen is the beer, typical of Germany. In all the territory they are produced up to 500 different qualities. The specialty Berlin, however, is the Berlinerweiße, a beer rather acidic, for this served in a glass ample, with straw, and is sweetened with extracts of raspberry, lemon or with the Waldmeister based woodruff.

Fly from Rome Fiumicino to Berlin with Easyjet or Lufthansa

Approach to Rome with Alitalia or Meridiana

Book Hotels in Berlin from € 120 for 3 nights in a double room

Leave a Comment

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top