FESTA DELLA RACCOLTA DEL SALE – SALINE CONTI VECCHI – CAGLIARI – 19-27 SETTEMBRE 2020 Reviewed by admin on . Dal 19 al 27 settembre alle Saline Conti Vecchi torna la tradizionale raccolta del sale: vi aspettiamo per celebrare questa importante e attesa fase produttiva Dal 19 al 27 settembre alle Saline Conti Vecchi torna la tradizionale raccolta del sale: vi aspettiamo per celebrare questa importante e attesa fase produttiva Rating: 0

FESTA DELLA RACCOLTA DEL SALE – SALINE CONTI VECCHI – CAGLIARI – 19-27 SETTEMBRE 2020

FESTA RACCOLTA SALEDal 19 al 27 settembre alle Saline Conti Vecchi torna la tradizionale raccolta del sale: vi aspettiamo per celebrare questa importante e attesa fase produttiva della salina con visite speciali e laboratori a tema.

Alle Saline Conti Vecchi ogni anno, a settembre, si comincia la raccolta del sale, che conclude il ciclo produttivo della vita della salina: è il momento più importante di tutto l’anno, vieni a festeggiare con noi!

Il ciclo del sale inizia a marzo, con il pompaggio delle acque dal mare nei bacini, per arrivare a primavera con il passaggio nelle caselle salanti, dove sole e vento cominciano il loro prezioso lavoro di evaporazione delle acque. Il maestrale compie il suo dovere: nei mesi estivi l’acqua diventa sempre più salata e il sale precipita piano piano a terra. Alla fine dell’estate si è accumulato uno strato di 15-20 cm di sale, pronto per essere raccolto, casella per casella.

È quasi più agricoltura che industria: i salinieri, infatti, si definivano – e lo fanno tutt’ora – contadini del mare. Il lavoro della saline, proprio come quelli dei campi, segue il ritmo delle stagioni e deve sottostare ai cambiamenti del tempo.

Fino agli anni ’60 gran parte della raccolta era fatta a mano: più di mille operai stagionali cominciavano a zappare la crosta formatasi nelle caselle salanti per procedere poi alla “attellatura”, ovvero la formazione di piccole piramidi di sale, che veniva poi raccolto da carriolanti e vagoncini in grandi cumuli, appena fuori dalla casella. Da lì il sale veniva portato a Porto San Pietro dove, dopo una prima lavorazione, veniva caricato sui barconi diretti al porto di Cagliari per essere smerciato e commerciato.

Oggi la raccolta è automatizzata, ma sempre nel rispetto del processo tradizionale: finita l’attellatura, i cumuli delle caselle vengono caricati su degli autocarri, e il sale è portato ai piazzali di raccolta dove i nastri trasportatori lo accumulano in due montagne bianche – le cosiddette aie – veri e propri magazzini a cielo aperto della salina.

Una settimana dedicata alla raccolta ricca di eventi e iniziative: laboratori per bambini, visite speciali, testimonianze, serate musicali, una piccola mostra mercato di alto artigianato e un contest fotografico sui nostri canali social. Tante attività per vivere insieme il momento più importante dell’anno!

Leave a Comment

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top