CORONAVIRUS, LA SITUAZIONE NEL MONDO Reviewed by admin on . Il 31 dicembre 2019 la Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan (Cina) ha segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità un cluster di casi di polmonite ad Il 31 dicembre 2019 la Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan (Cina) ha segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità un cluster di casi di polmonite ad Rating: 0

CORONAVIRUS, LA SITUAZIONE NEL MONDO

C_17_pagineAree_5338_0_immagineIl 31 dicembre 2019 la Commissione Sanitaria Municipale di Wuhan (Cina) ha segnalato all’Organizzazione Mondiale della Sanità un cluster di casi di polmonite ad eziologia ignota nella città di Wuhan, nella provincia cinese di Hubei. Il 9 gennaio 2020, il CDC cinese ha riferito che è stato identificato un nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) come agente causale della malattia respiratoria poi denominata Covid-19. La Cina ha reso immediatamente pubblica la sequenza genomica che ha permesso la realizzazione di un test diagnostico in modo tempestivo.

Situazione internazionale

Ultimi dati OMS (Fonte: Health Emergency Dashboard, (08 Marzo, ore 10.00 CET)

Globale

  • 105.523 casi confermati nel mondo dall’inizio dell’epidemia*
  • 3.584 morti

Cina

  • 80.859 casi confermati clinicamente e in laboratorio
  • 3.100 morti

Altri Paesi

  • 24.664 casi confermati in 101 altri Paesi
  • 484 morti

* Avviso: i dati OMS includono dal 17 febbraio i casi confermati in laboratorio e quelli clinicamente diagnosticati (attualmente applicabili solo alla provincia di Hubei-Cina).

Vedi anche:

Link

Consulta l’andamento dei casi nelle pagine web delle due principali agenzie internazionali (In inglese):

Valutazione del rischio OMS

Il 30 gennaio l’OMS ha dichiarato l’epidemia di Coronavirus in Cina Emergenza internazionale di salute pubblica.

L’OMS ha elevato la minaccia per l’epidemia di coronavirus al livello mondiale a livello “molto alto” il 28 febbraio 2020.

Oltre 20 vaccini sono in sviluppo.

Secondo i dati attualmente disponibili, le persone sintomatiche sono la causa più frequente di diffusione del virus. L’OMS considera non frequente l’infezione da nuovo coronavirus prima che sviluppino sintomi.

Valutazione del rischio ECDC

Il rischio associato all’infezione COVID-19 per le persone nell’UE è attualmente considerato moderato.

Il rischio di insorgenza di cluster, simili a quelli in Italia, associati a COVID-19 in altri paesi dell’UE è attualmente considerato da moderato a elevato.

Il rischio per le persone dell’UE che viaggiano/risiedono in aree con presunta trasmissione comunitaria è attualmente elevato.

Covid-19, distribuzione dei casi nel mondo (fonte ECDC)*
*Dal 13/02/2020 il numero dei casi notificati dalla Cina include tutti i casi sospetti con una diagnosi clinica di polmonite, non soltanto casi confermati in laboratorio di Covid-19

Distribuzione dei casi confermati di Covid-19 in tutto il mondo

Link

Consulta l’andamento dei casi e la valutazione del rischio nelle pagine web dell’ECDC (In inglese):

ECDC – Situazione in Europa

ECDC – Aggiornamenti valutazione del rischio

Leave a Comment

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top