CORONAVIRUS, LA MAPPA DELLE RESTRIZIONI PER CHI VIAGGIA DALL’ITALIA Reviewed by admin on . Con l’allargarsi del numero dei contagiati ufficiali da Coronavirus covid-19 in Italia è salito anche il numero di Paesi, in Europa e nel mondo, che ha deciso d Con l’allargarsi del numero dei contagiati ufficiali da Coronavirus covid-19 in Italia è salito anche il numero di Paesi, in Europa e nel mondo, che ha deciso d Rating: 0

CORONAVIRUS, LA MAPPA DELLE RESTRIZIONI PER CHI VIAGGIA DALL’ITALIA

paesi-restrizioni-viaggi-italiaCon l’allargarsi del numero dei contagiati ufficiali da Coronavirus covid-19 in Italia è salito anche il numero di Paesi, in Europa e nel mondo, che ha deciso di adottare precauzioni nei confronti dei viaggiatori che arrivano dall’Italia con misure che vanno dal controllo della temperatura fino al travel ban. E’ sicuramente opportuno saperlo per programmare al meglio viaggi già previsti, valutare un rinvio o un annullamento: vediamoli destinazione per destinazione (articolo in aggiornamento permanente).

Afghanistan: premesso che la Farnesina sconsiglia viaggi in Afghanistan, le autorità locali hanno predisposto controlli sanitari all’ingresso per chi proviene dai paesi a rischio inclusa l’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Algeria: controlli termici e sanitari in aeroporto: per sintomatologie sospette è previsto l’isolamento e il trasferimento in strutture ospedaliere dedicate. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Angola: divieto di ingresso per tutti i cittadini non Angolani provenienti dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Antigua e Barbuda: sospensione dei voli charter settimanali di Blue Panorama per Milano Malpensa. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Arabia Saudita: divieto d’ingresso per i passeggeri italiani. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Argentina: autocertificazione di buona salute all’arrivo e controlli a campione della temperatura corporea. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Aruba: questionario e screening all’arrivo dei passeggeri che sono stati in Italia negli ultimi 14 giorni.Isolamento e trattamento medico per chi mostra sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Australia: Controlli di sicurezza maggiori in aeroporto. Per l’outgoing l’Australia ha alzato il livello di guardia dal 1 a 2 per l’Intero Paese (fare molta attenzione se si viaggia) e al livello 3 per le città della zona rossa (riconsiderare il viaggio se non è strettamente necessario). Aggiornamento: 3 marzo 2020

Azerbaijan: nessuna misura specifica ma necessario verificare l’operatività dei voli. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Bahrein: divieto di ingresso per i viaggiatori italiani a meno che non abbiano permesso di residenza in Bahrein: per questi ultimi quarantena domiciliare se asintomatici, isolamento in ospedale in caso di sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Bangladesh: controllo della temperatura e quarantena domiciliare obbligatoria di 14 giorni per chi arriva dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Barbados: screening e misurazione temperatura all’ingresso. Quarantena domiciliare in caso di sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Benin: quarantena per tutti i viaggiatori provenienti da paesi a rischio, inclusa l’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Bielorussia: obbligo del tampone per verificare l’infezione da CoronaVirus per tutti i passeggeri in arrivo dall’Italia. Quarantena in strutture sanitarie locali in caso di esito positivo. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Botswana: questionario e controllo della temperatura all’arrivo. Accertamenti e isolamento per chi manifesta sintomi, quarantena domiciliare per viaggiatori asintomatici provenienti dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Brasile: procedura di controllo prima dello sbarco con questionario e avvertenze anti contagio. Rischio riduzione voli: Latam ha sospeso il collegamento San Paolo – Milano. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Bulgaria: questionario e controlli sanitari in aeroporto per chi proviene dall’Italia e altri Paesi a rischio. A chi ha sintomi può essere richiesta quarantena volontaria domiciliare. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Capo Verde: sospensione di tutti i voli diretti tra Italia e Capo Verde fino al 20 marzo 2020. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Ciad: quarantena obbligatoria di 14 giorni per chi proviene dall’Italia. La Farnesina sconsiglia i viaggi non necessari in Ciad. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Cile: richiesta dichiarazione giurata sui viaggi effettuati nell’ultimo mese. Le persone provenienti da aree ad alta circolazione del coronavirus, inclusa l’Italia, avranno una corsia dedicata per interviste ed eventuali esami clinici effettuati nel laboratorio di analisi presente in aeroporto. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Cina: bloccati i voli diretti tra l’Italia e la Cina, paese da cui ha avuto inizio l’epidemia di Covid-19. Dopo il primo caso di ritorno (cinese contagiato dopo essere stato in Italia) è stata predisposta la quarantena per chi arriva dall’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Cipro: per i residenti del nord Italia questionario e visita medica non invasiva all’arrivo con raccomandazione di rimanere al chiuso nei successivi 14 giorni e monitorare il proprio stato di salute. Valutazione di trasferimento in struttura medica in caso di sintomi già all’arrivo. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Colombia: questionario e controlli all’ingresso per chi proviene dall’Italia. Trasferimento in un centro ospedaliero per accertamenti in caso di sintomi compatibili con covid-19. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Congo: le autorità hanno disposto la quarantena in strutture locali per tutti i viaggiatori provenienti dall’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Corea del Sud: Nessuna restrizione per gli italiani, la Farnesina consiglia di evitare viaggi non necessari nelle città focolaio Daegu e Cheongdo. Sospesi alcuni voli aerei tra i due paesi (Alitalia, Korean Air, Asana). Aggiornamento: 3 marzo 2020

Costa d’avorio: controlli aeroportuali per tutti i passeggeri e isolamento per chi presenta sintomi. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Croazia: questionario per l’ingresso nel Paese, controlli sanitari per chi proviene da Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto. In caso di sintomi isolamento immediato in ospedali croati, in assenza di sintomi obbligo di comunicare per i successivi 14 giorni il proprio stato di salute. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Cuba: questionario e controllo della temperatura all’arrivo. Trasferimento in un centro specializzato in caso di sintomi. In mancanza di sintomi il viaggiatore proveniente dall’Italia potrà essere sottoposto per 2 settimane a un regime non invasivo di vigilanza e controllo. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Danimarca: nessuna restrizione. Possibile cancellazione voli per l’Italia. Aggiornamento 3 marzo 2020

Ecuador: controlli sanitari per chi proviene dall’Italia. Ulteriori accertamenti ed eventuale quarantena in caso di sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Egitto: controlli medici per chi arriva dall’Italia, ricovero e isolamento in presenza di sintomi da coronavirus. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

El Salvador: divieto d’ingresso per tutti i passeggeri italiani. I cittadini salvadoregni devono sottoporsi a quarantena. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Emirati Arabi Uniti: le autorità hanno facoltà di imporre misure di quarantena a chi proviene da paesi a rischio coronavirus, inclusa l’Italia. Test con tamponi all’aeroporto di Dubai per chi proviene da Paesi a rischio. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Eritrea: quarantena di 14 giorni per chi proviene dall’Italia presso una struttura ospedaliera dedicata alla periferia di Asmara (Villaggio community hospital). Aggiornamento: 3 marzo 2020

Estonia: consigliata quarantena domiciliare per chi proviene da Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Etiopia: screening sanitario di tutti i passeggeri. In caso di sospetto contagio può essere disposta la quarantena presso centri di isolamento. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Fiji: divieto d’ingresso per tutti i visitatori che nei 14 giorni precedenti sono stati o hanno transitato in Italia. Controlli medici a bordo delle navi da crociera. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Finlandia: nessuna misura specifica, ma cancellazione del volo Finnair Helsinki – Milano tra il 9 marzo e il 7 aprile

Francia: nessuna restrizione. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Georgia: screening termico e visita epidemiologica per chi arriva dall’Italia o vi è stato nei 21 giorni precedenti con misure che vanno dalla quarantena al rifiuto dell’ingresso, anche in assenza di sintomi sospetti, a discrezione delle autorità sanitarie. Sospensione dei voli diretti di Ryanair e Wizzair. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Germania: richiesta di auto isolamento per chi ha viaggiato in Lombardia, Emilia Romagna e nel comune di Vo Euganeo. Richiesta di comunicare dati e spostamenti per chi arriva dall’Italia settentrionale attraverso un’apposita carta di sbarco, la Aussteigerkarte. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Giamaica: divieto d’ingresso per tutti i passeggeri italiani. Quarantena per cittadini e redisenti. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Giappone: nessuna restrizione. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Gibuti: screening della temperatura corporea all’arrivo. Possibile quarantena per sospetti contagi. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Giordania: divieto d’ingresso per tutti i passeggeri provenienti dall’Italia, salvo i cittadini giordani (sottoposti a quarantena. Ryanair, Easyjet e Royal Jordanian hanno sospeso i voli diretti per l’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Grecia: le autorità possono effettuare controlli sanitari sulle persone provenienti da paesi a rischio Coronavirus, inclusa l’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Grenada: quarantena obbligatoria per chi proviene o ha viaggiato nel nord e nel centro Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Guadalupa: nessuna restrizione. Sull’isola sono presenti diversi focolai di dengue. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Hong Kong: quarantena obbligatoria per chi arriva da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Non si applica ai passeggeri in transito aeroportuale nelle tre regioni. Nessuna misura restrittiva per passeggeri provenienti da altre regioni italiane. Aggiornamento: 4 marzo 2020.

India: sospeso il rilascio del visto elettronico (e-visa) per i cittadini italiani e chiusura del consolato di Milano, sono inoltre stati invalidati tutti i visti elettronici emessi prima del 3 marzo per cittadini italiani e di altri paesi a rischio che non sono ancora entrati in India. Chi deve viaggiare urgentemente in India può richiedere un nuovo visto all’ambasciata indiana a Roma. All’arrivo i passeggeri italiani sono sottoposti a questionario e screening della temperatura. In caso di sintomi quarantena obbligatoria di 14 giorni. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Indonesia: nessuna restrizione, ma segnalata riduzione dei voli dall’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Iran: disposti controlli sanitari alle frontiere per tutti i passeggeri in entrata e in uscita, trattandosi di uno dei Paesi a rischio. Ulteriori esami clinici per casi sospetti. Sconsiglio a recarsi nella città focolaio di Qom. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Iraq: vietato l’ingresso ai viaggiatori italiani. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Irlanda: Chi ha visitato Emilia Romagna, Veneto, Lombardia o Piemonte negli ultimi 14 giorni e si sente bene può continuare con la sua normale routine. A chi presenta sintomi compatibili con Covid-19 (febbre alta, tosse, insufficienza respiratoria) è raccomandato di mettersi in auto isolamento e contattare il medico di base. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Isole Cook: divieto d’ingresso per chi proviene dall’Italia con respingimento alla frontiera. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Isole Marshall: divieto d’ingresso a tutte le persone provenienti dall’Italia o che vi siano state dopo il 31 dicembre 2019. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Isole Salomone: rifiutato l’ingresso a chi proviene o ha transitato dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Israele: divieto d’ingresso per tutti i passeggeri provenienti dall’Italia o che sono transitati in Italia ad eccezione di diplomatici, residenti e possessori di carta d’identità israeliana che comunque dovranno osservare quarantena domiciliare di 14 giorni. Obbligo di quarantena anche per chi è giunto nel Paese nei 14 giorni precedenti ma con possibilità di uscirne. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Kazakistan: quarantena domiciliare per 14 giorni per chi proviene dall’Italia, anche solo in transito, con controllo giornaliero da parte dell’autorità sanitaria. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Kenya: screening sanitari in aeroporto per tutti i viaggiatori in arrivo. I viaggiatori provenienti dall’Italia, in caso di sintomi, potranno essere sottoposti a ulteriori accertamenti che possono comportare la quarantena o il rientro immediato in Italia. Le stesse misure possono essere applicate a chi ha viaggiato con lo stesso mezzo delle persone sintomatiche. Le autorità locali consigliano di munirsi di certificato medico in inglese che attesti l’assenza di contagi. Sospesi i voli diretti da Mombasa a Milano e Verona. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Kirghizistan: ai viaggiatori provenienti dall’Italia o che vi siano stati nei 20 giorni precedenti viene rifiutato l’ingresso. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Kuwait: divieto d’ingresso per i viaggiatori italiani. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Lettonia: questionario all’arrivo per chi proviene dagli aeroporti di Milano, Bergamo, Venezia e Verona. Aggiornamento: 4 marzo 2020

Libano: divieto d’ingresso per gli italiani. Vietato l’imbarco in aeroporto anche per voli in transito. Eccezioni per cittadini libanesi e stranieri residenti in Libano. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Liberia: controlli medici all’arrivo, isolamento di 14 giorni per chi proviene da Paesi interessati dal coronavirus. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Lituania: le persone provenienti da Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte saranno controllate prima di scendere dall’aereo e monitorate nelle due settimane successive. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Macao: osservazione medica e isolamento per chi arriva dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Madagascar: divieto di ingresso per chi ha soggiornato in Italia, inclusi i residenti che dovranno posticipare il viaggio. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Malawi: controllo temperatura e questionario all’ingresso. richiesta di auto isolamento per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Maldive: divieto di sbarco per le navi da crociera. Al momento nessuna restrizione per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento 3 marzo 2020.

Malta: invito a quarantena volontaria per chi proviene da Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna. Quarantena obbligatoria per chi presenta sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Marocco: questionario e controlli termici all’arrivo per chi proviene dall’Italia. Isolamento e trasferimento in strutture sanitarie per casi sospetti. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Mauritania: quarantena obbligatoria di 14 giorni per chi arriva dall’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Mauritius: divieto d’ingresso a tutti i passeggeri italiani o che sono stati in Italia negli ultimi 14 giorni. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Messico: questionari e monitoraggio della temperatura in aeroporto. Accertamenti sanitari in caso di sintomi. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Moldavia: controllo temperatura con termoscanner all’arrivo nel Paese. Ricovero in istituti specializzati in caso di sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Mongolia: divieto d’ingresso per tutti i viaggiatori provenienti dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Montenegro: sospensione voli per Milano e Bologna. Sorveglianza sanitaria per chi è stato in aree di infezione. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Myanmar: controlli rafforzati in aeroporto. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Nauru: rifiutato l’ingresso a chi proviene o ha transitato dall’Italia nei 20 giorni precedenti. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Nepal: sospesa l’emissione del visto all’arrivo per i cittadini italiani a partire dal 10 marzo. Andrà richiesto al consolato onorario del Nepal a Roma. Per tutti i cittadini italiani è inoltre richiesto certificato medico che attesti di non essere contagiati da Covid-19. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Nicaragua: questionario all’ingresso per chi proviene da Paesi a rischio inclusa l’Italia. In caso di sintomi compatibili con il CoronaVirus isolamento in attesa del test. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Niger: questionari e scan termico all’arrivo. I passeggeri considerati sospetti saranno sottoposti a test e trasferiti in una struttura dedicata in attesa dei risultati. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Norvegia: quarantena per chi arriva con sintomi compatibili con l’infezione da covid-19, a prescindere dalla nazionalità. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Nuova Zelanda: screening sanitario per chi arriva dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Oman: Divieto d’ingresso per tutti i cittadini italiani, indipendentemente da località di partenza e compagnia aerea utilizzata. Unica eccezione: chi ha un visto di residenza in Oman. Sospensione per un mese dei collegamenti diretti con Salalah, mentre i voli Oman Air da Milano a Mascate non accettano passeggeri con destinazione finale in Oman. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Panama: All’arrivo compilazione di un questionario e misurazione della temperatura. Richiesta quarantena domiciliare di 14 giorni per tutti i viaggiatori provenienti dall’Italia con vigilanza attiva delle autorità sanitarie (domiciliare o telefonica) per monitorare le condizioni di salute. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Perù: questionario all’arrivo per i passeggeri provenienti dai Paesi più a rischio inclusa l’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Polinesia francese: richiesta di certificato medico che attesti la mancanza di sintomi, risalente a non più di 5 giorni prima dell’arrivo per i passeggeri che arrivano da Lombardia, Veneto e Emilia Romagna. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Qatar: quarantena obbigatoria di 14 giorni presso strutture appontate dal Ministero della Sanità o rientro in patria per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Regno Unito: suggerito l’auto isolamento per chi proviene dai comuni del Veneto e della Lombardia oggetto di ordinanze restrittive. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Repubblica Ceca: scan della temperatura corporea in aeroporto per i passeggeri in arrivo dall’Italia. In caso di sintomi affidamento al personale sanitario dell’aeroporto per ulteriori controlli. Sospesi i voli da Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna dal 5 al 19 marzo. Czech ha sospeso il Praga-Bologna e il Praga- Milano fino al 6 aprile, con possibile proroga. Ryanair ha ridotto le frequenze fino all’8 aprile. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Repubblica Dominicana: sospensione dei voli diretti per Milano. All’arrivo questionario e dichiarazione giurata sulla storia di viaggio. Accertamenti sanitari in caso di sintomi. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Romania: quarantena in apposite strutture per chi arriva dai comuni della zona rossa. Quarantena domiciliare di 14 giorni per chi arriva da altre zone della Lombardia e del Veneto. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Russia: screening della temperatura per chi arriva dall’Italia e valutazione medica anche nell’albergo di destinazione. In presenza di sintomi periodo di osservazione o quarantena di 14 giorni in strutture specializzate in malattie infettive. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Saint Lucia: quarantena di 14 giorni per chi proviene o è transitato in Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Samoa: ammessi passeggeri dall’Italia solo se in possesso di certificato medico non più vecchio di 3 giorni o abbiano trascorso 14 giorni di quarantena in un paese in cui non sono occorsi casi di Coronavirus. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

San Marino: obbligo di quarantena domiciliare per un periodo di 20 giorni per chi è stato in zone di contagio indipendentemente dalla nazionalità. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Senegal: scan della temperatura in aeroporto, quarantena in ospedale se rilevati sintomi. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Seychelles: divieto alle compagnie aeree di imbarcare passeggeri che siano stati in Italia negli ultimi 14 giorni. Quarantena obbligatoria per i residenti che arrivano dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Singapore: divieto d’ingresso per chi proviene o ha soggiornato nei 14 giorni precedenti nel Nord Italia o gli altri paesi a rischio. Controlli in aeroporto per tutti gli altri: chi all’arrivo presenta sintomi potrà essere trattenuto per accertamenti: il rifiuto a sottoporsi comporta il divieto d’ingresso nel Paese. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Slovacchia: modulo da compilare e controlli rafforzati all’arrivo per chi proviene dall’Italia. Possibile ricovero per accertamenti di chi presenta sintomi. Aggiornamento: 4 marzo 2020

Slovenia: controllo all’arrivo per tutti i passeggeri ed esame più approfondito per chi presenta sintomi.

Spagna: nessuna restrizione. Aggiornamento: 4 marzo 2020.

Sri Lanka: divieto di sbarco per le crociere. A breve in vigore quarantena di 14 giorni per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Stati Uniti: screening sanitari sia in partenza che in arrivo: in caso di sintomi potrà essere negato l’imbarco già all’aeroporto di partenza o verrà disposto l’isolamento all’arrivo per chi proviene da aree a rischio, inclusa l’Italia. In caso di provenienza o soggiorno nei 14 giorni precedenti in Lombardia o Veneto le autorità potrebbero richiedere una quarantena domiciliare volontaria di 14 giorni. In caso di soggiorno in Cina nei 14 giorni precedenti sarà negato l’ingresso. Sospesi i voli per Milano di American Airlines e Delta. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Sudafrica: controllo della temperatura prima dello sbarco, possibilità di quarantena in caso si manifestino sintomi influenzali. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Svizzera: nessuna restrizione, ma riduzione dei voli di Swiss per Milano, Venezia, Firenze e Roma in conseguenza della diminuzione della domanda. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Tagikistan: divieto d’ingresso per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Taiwan: quarantena domiciliare di 14 giorni per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento: 4 marzo 2020

Tanzania e Zanzibar: controllo di tutti i passeggeri all’arrivo. Tampone per rilevare coronavirus a chi presenta sintomi sospetti e, se positivo, quarantena. Aggiornamento: 4 marzo

Territori Palestinesi: quarantena per chi arriva dall’Italia. Chi arrivasse da Israele potrebbe non essere riammesso al rientro, Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Thailandia: screening temperatura in aeroporto e valutazione medica per quarantena per chi ha la febbre.I passeggeri provenienti dal nord Italia sono invitati a porsi in auto quarantena volontaria per 14 giorni. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Trinidad e Tobago: divieto d’ingresso per chi ha soggiornato in Italia nei 14 giorni precedenti all’arrivo. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Tunisia: questionario all’ingresso per valutazione del rischio per chi arriva da zone di contagio, inclusa l’Italia. Per i casi sospetti previsto isolamento in strutture ospedaliere dedicate. Per i casi asintomatici è possibile venga raccomandato l’autoisolamento domiciliare con sorveglianza attiva e utilizzo di protezioni individuali. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Turchia: bloccati i voli per l’Italia. Chi arriva in Turchia e ha viaggiato in Italia o altri paesi a rischio negli ultimi 14 giorni può essere respinto alla frontiera. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Turkmenistan: sospensione dei visti d’ingresso per chi proviene da paesi a rischio, inclusa l’Italia. Aggiornamento: 4 marzo 2020

Turks & Caicos: divieto d’ingresso ai passeggeri provenienti dall’Italia o altri paesi a rischio nei precedenti 14-20 giorni, sia da voli di linea, sia da navi da crociera. Unica eccezione: residenti o coniugati con cittadini locali, ammessi con obbligo di visita medica e quarantena. Aggiornamento: 3 marzo 2020.

Ucraina: controllo temperatura corporea per chi arriva dall’Italia. In caso di sintomi isolamento e trasferimento in ospedali ucraini specializzati.

Ungheria: scanner termici in aeroporto per chi arriva da Lombardia e Veneto. Quarantena in presenza di sintomi compatibili con il CoronaVirus Covid-19. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Uruguay: accertamenti medici per chi mostra sintomi compatibili con covid-19. I casi sospetti possono essere trattenuti in isolamento fino al risultato del test. Aggiornamento: 4 marzo 2020

Uzbekistan: sospensione dei voli diretti per l’Italia. Quarantena obbligatoria di 14 giorni per chi dovesse arrivare dall’Italia con voli indiretti. Aggiornamento: 3 marzo 2020

Vietnam: quarantena obbligatoria per tutti coloro che arrivano dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020.

Zambia: controllo temperatura e questionario all’ingresso. richiesta di auto isolamento per chi proviene dall’Italia. Aggiornamento: 2 marzo 2020

Per Paesi non compresi nell’elenco o per verificare informazioni non aggiornate da alcuni giorni fare riferimento al sito del Ministero degli Esteri Viaggiaresicuri.it

Leave a Comment

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top