C’ERA UNA SVOLTA – JAZZINO – CAGLIARI -GIOVEDI 30 MAGGIO 2019 Reviewed by admin on . Family Festival Wo.Men 2019 e LucidoSottile presentano: MANUELA BOLLANI in C’era una Svolta con la MaBoh Band: Tastiere Gabriele Landucci Chitarra Simone Barsan Family Festival Wo.Men 2019 e LucidoSottile presentano: MANUELA BOLLANI in C’era una Svolta con la MaBoh Band: Tastiere Gabriele Landucci Chitarra Simone Barsan Rating: 0

C’ERA UNA SVOLTA – JAZZINO – CAGLIARI -GIOVEDI 30 MAGGIO 2019

SVOLTAFamily Festival Wo.Men 2019 e LucidoSottile presentano:

MANUELA BOLLANI in

C’era una Svolta

con la MaBoh Band: Tastiere Gabriele Landucci Chitarra Simone Barsanti Basso Piero Pellicanò Batteria Alessandro Matteucci

Testo, liriche e regia: Manuela Bollani
Musiche originali, arrangiamenti e direzione musicale: Gabriele Landucci Aiuto regia: Edoardo Scalzini
Costumi: Annalisa Benedetti
Produzione esecutiva: Stefano Bollani, Simone Giusti

C’era una svolta… ma nessuno la vedeva mai, al massimo qualcuno ci andava a sbattere di tanto in tanto. Fatto sta che c’era una svolta e quel giorno Cappuccetto Rosso la imboccò, causando un’interruzione nel continuum spazio-temporale nel Regno dell’Eterno Ritorno. E così il Mondo della Favole esplose. Fine. Scherzo. Ma nemmeno troppo. Nel nuovo mondo, il lupo cattivo non è cattivo e la nonna è una gran contaballe! La svolta non guarda in faccia a nessuno, è inarrestabile, irriverente e inesorabile. La svolta partorisce personaggi strani, mai esistiti, tuttora inesistenti, come il Deus in macchina e il sosia di Charlie Chaplin. La svolta parla con la bocca piena, ruba al povero per dare al ricco e ama il prossimo suo… come il prossimo suo. E il prossimo…potresti essere proprio tu!

Sospeso tra concerto e cabaret, “C’era una Svolta” è il nuovo spettacolo della cantante e attrice Manuela Bollani: un One-Woman Show musicale, intelligente e ironico, che si diverte a ribaltare alcuni stereotipi del mondo delle favole. Tra monologhi e canzoni, “C’era una Svolta” accompagna il pubblico in un viaggio umoristico e surreale, che scatena tante risate e qualche riflessione.

La gran parte delle nostre credenze, valori e desideri ha la sua radice nelle fiabe che ci venivano raccontate da piccoli: è così che impariamo che esiste il Lupo Cattivo di cui diffidare e il Principe Azzurro che ogni fanciulla attende con impazienza. Chi è avvezzo a raccontare favole ai più piccini sa quanto sia importante non cambiare una sola virgola all’interno della narrazione e così Biancaneve, Cenerentola e Cappuccetto Rosso faranno ogni giorno esattamente le stesse azioni e le stesse scelte. Ma cosa succederebbe se un giorno…ci fosse una Svolta?! Magari questi personaggi potrebbero reagire diversamente ai vari eventi e le loro differenti scelte porterebbero a conclusioni inaspettate e così forse scopriremmo che il Lupo non è poi così cattivo, la Nonna non è così affidabile, le Principesse non sono tutte sante e incontrare il Principe Azzurro potrebbe non essere poi una gran fortuna.

Il racconto di “C’era una Svolta” si articola tra parole e musica e, scenicamente, è totalmente incarnato da Manuela Bollani che si sposta abilmente dal ruolo di narratrice a quello di personaggio, anche grazie ai bellissimi costumi di ArtEcò Creazioni di Annalisa Benedetti che permettono all’artista dei cambi veloci ed efficaci.

Lo spettacolo è stato scritto a quattro mani dalla stessa Bollani, che ha curato testi e liriche dei brani, e da Gabriele Landucci, autore e arrangiatore delle musiche originali, eseguite interamente dal vivo dalla MaBoh Band: Gabriele Landucci alle tastiere, Simone Barsanti alla chitarra, Piero Pellicanò al basso e Alessandro Matteucci alla batteria.

“C’era una Svolta” ha debuttato la scorsa estate al Teatro Pacini di Pescia con il disegno luci di Mirco Lenzi e la fonica di Nicola Pisano. La regia è stata curata dalla stessa Bollani, con il prezioso contributo di Edoardo Scalzini come aiuto alla regia. La produzione esecutiva è stata curata da Simone Giusti, direttore artistico di Rockopera, compagnia con la quale la Bollani collabora da anni, e Stefano Bollani, noto pianista nonché fratello di Manuela.

Dopo il debutto al Teatro Pacini di Pescia, “C’era una Svolta” ha riscosso un buon successo di pubblico in altre piazze importanti, tra cui il Caffè Chantant de La Versiliana, il Teatro Comunale di Pietrasanta e il Teatro Puccini di Firenze.

Ingresso 5€

Leave a Comment

© 2015 kalariseventi.com All rights reserved

Scroll to top